Trattamento immediato di massima qualità

Lo spettro chirurgico della Dolomiti Sportclinic va dalla chirurgia correttiva, al trattamento delle fratture ossee, dalla chirurgia artroscopica delle articolazioni fino all’impianto di protesi e la chirurgia spinale.
Disponiamo di due sale operatorie dotate dei più elevati standard medici.
La degenza con 5 camere doppie è adattata alle esigenze personali dei nostri pazienti; camere ampie e luminose, connessione internet e TV. La cura e la professionalità del personale infermieristico garantiscono un ambiente accogliente.

Correzioni assiali

Le lesioni capsulo-legamentose ed articolari agli arti inferiori possono comportare un consumo squilibrato della cartilagine e, persistendo nel tempo, possono comportare anche deformità dell’asse di carico in varo-valgo. Queste deformità richiedono un’accurata diagnostica e cura immediata per prevenire l’artrosi precoce. Il programma terapeutico si avvale della radiografia sotto carico dell’arto (teleradiografia) e della risonanza magnetica, per studiare la lesione mirando ad un rispristino dell’asse di carico neutro ed alla cura del danno articolare già presente (regolarizzazione menisco, ricostruzione legamentosa ecc).

Artrodesi

Qualora fosse impossibile affrontare un’instabilità legamentosa o la perdita di sostanza ossea (a seguito di ripetuti revisioni chirurgiche, dopo infezioni articolari), o quando non esiste un modello funzionante per la sostituzione dell’articolazione (p.es. sottoastragalica, articolazione carpo-metacarpea di pollice), un’artrodesi è in grado di riprodurre una forma pressoché normale dell’arto ed una funzionalità discreta non dolorosa.

Artroscopia

Artroscopia: piccolo taglio – grande effetto!
Il passo più importante nell’ortopedia moderna é stato quello di ridurre l’invasività degli approcci chirurgici negli ultimi quarant’ anni, perfezionando la cosiddetta tecnica artroscopica per il trattamento delle patologie articolari.

A differenza degli interventi chirurgici tradizionali “a cielo aperto”, l’artroscopia richiede solo piccolissime incisioni, attraverso le quali l’articolazione può essere esplorata, non solo per diagnosticare lesioni articolari interne, ma anche per trattare queste lesioni in tecnica artroscopica chirurgica. Queste incisioni assai minori rispetto alla ferita chirurgica degli interventi tradizionali, comportano ovviamente anche un dolore nettamente ridotto e quindi una ripresa funzionale accelerata, tali da consentire al paziente un precoce ritorno alla vita quotidiana.

Endoprotesi

Qualora il consumo articolare a seguito di traumi, infezioni o difetti articolari abbia comportato un dolore persistente tale da rendere impossibile il carico e la deambulazione, è possibile ripristinare una buona funzionalità articolare con l’impianto di un’artroprotesi. La durata di una protesi, a seconda del paziente e al carico dell’arto operato, si aggira attorno ai 15-20 anni.

Terapia delle cartilagini

La condromalacia é una lesione cartilaginea che si manifesta in seguito a sovraccarico oppure predisposizione. La terapia della lesione osteo/cartilaginea differisce a seconda della cartilagine od osso subcondrale e secondo lo stato di avanzamento della lesione. Comprende sia la regolarizzazione delle superfici articolari attraverso il trapianto di cilindri osteo-cartilaginei o l’impianto di scaffolds arricchiti di condrociti autologhi coltivati.
È utile tenere presente che negli arti superiori, le richieste biomeccaniche delle articolazioni sono decisamente diverse (basti ricordare che le articolazioni degli arti inferiori devono sopportare il completo peso del corpo ad ogni passo), quindi la strategia di trattamento deve per forza differire.